lunedì 15 ottobre 2007

riflessioni estemporanee

Oggi sarei potuto essere a Torino, al primo giorno alla Scuola Holden.
E invece.
Bologna, ennesimo giorno del dottorato. Oggi lezione di marketing.
Mi vien voglia di alzare bandiera bianca: ehy, ragazzi, va bene lo stesso, anche se mi fermo.
Non siete voi il problema, solo che questo non è il mio sogno.
E’ la vita di un altro.
Ma va bene anche così: sto imparando a non ascoltare i consigli razionali. Per me è un buon passo avanti.
Il morale è buono.

8 commenti:

tool ha detto...

il morale è buono...
non avevo dubbi...

Sabina ha detto...

Ciao!
Baires non è solo affascinante: di più! non ci sono mai stata, ma una persona che conosco bene e che ha vissuto in molte capitali del mondo mi ha detto che B.A. è stata la città più bella e più accogliente nella quale ha vissuto. Inoltre, nella mia storia familiare ci sono degli emigrati in Argentina e quindi ho un tarlo in testa che mi dice che un giorno andrò anche in Argentina. Il mio ragazzo è fissato con Bariloche. Non lo so perchè certe passioni nascono all'improvviso senza iun motivo reale una cosa ci affascina più di tutte le altre. Il mio primo amore è la Cina.
Studio mediazione linguistica e culturale a milano.
E ti do una chicca in più: io e sonia siamo amiche di penna dal 1992. Ci siamo conosciute in colonia perchè entrambe figlie di ferrovieri! oddio stamattina sono un fiume in piena!basta scrivere!
ciao ciao!

Alessia ha detto...

I consigli razionali spesso sembrano i più ovvi, ma in realtà non è sempre così. In bocca al lupo
Ale

lois lane ha detto...

mi oncentrerei su due cose:
- l'umore è buono
- baricco è odioso

[luca] ha detto...

@ tool: ;)

@ sabina: Buenos Aires è talmente affascinante che m'ha bloccato dall'andar di corsa alla scuola Holden! Ma qui stiamo confrontando due sogni.. e non è mica semplice svolgere questo confronto onirico!
Mi chiedevo infatti come conoscessi Sonia.. io e lei viviamo a 500 metri di distanza ma, tranne una frequentazione all'asilo, ci siam conosciuti davvero solo alla fine dell'Università!

@ alessia: grazie ed in bocca al lupo anche a te!

@ lois lane: baricco è odioso.. ma la scuola non è lui! E soprattutto l'umore è buono per la prospettiva della scelta, non per la vita attuale!

Fanalista ha detto...

Non dimenticare, Luca, che Franz Kafka era funzionario dell'Ispettorato del Lavoro dell'Imperial-regio governo austro-ungarico.

Eppure ne ha tratto quel che ne ha tratto.
Certo, pagando con una vita di assai dubbia felicità. Su questo pochi dubbi ci sono.
t.

Alessia ha detto...

Crepi il lupo e spero che crepi anche per te! Periodo di transizione, chiamalo così. Non fai in tempo a capire il perché che già è passato. Vedrai, ci vuole un attimo. Passa a trovarmi.
Un abbraccio sincero

Cora ha detto...

Accidenti. Non ci conosciamo, ma da quel poco che ho capito stiamo passando un periodo simile. Anch'io dottorato con altri due anni davanti (in fisica, però), anch'io disamorata della scelta per cui avevo lottato, anch'io con l'idea di un master che faccia deviare la direzione che ho preso e circondata da gente che mi dice quanto sarei pazza ad abbandonare. Sto ancora cercando una soluzione; la mia strategia di sopravvivenza al momento è sforzarmi di ritrovare la bellezza di quello che faccio (so che è lì, sono io a non vederla) perché forse non sarà la mia strada, ma può aiutarmi a ottenere quello che voglio veramente. Oh, be', scusa lo sfogo ma mi ha incuriosito questa similarità :)